lunedì 10 novembre 2014

Gli Orti di Itaca: Aiutare a Crescere

Oggi voglio parlarvi di una bella iniziativa che nasce tra le dolci colline Emiliane, dove la Cooperativa Sociale “Si Può Fare” sta realizzando “Gli Orti di Itaca”. Per parlarvi di loro, utilizzo anche le mie impressioni come ex educatore di Casa Famiglia per Minori.

L’Italia ha delle ottime leggi relative alla tutela dell’infanzia e dei Minori, ma per esperienza personale posso dirvi brevemente che, per ragazzi con storie personali complesse, il passaggio alla maggiore età è un momento difficile ed impegnativo.



Si diventa adulti e responsabili, ma questo vuol dire che si diviene indipendenti e che dall’oggi a domani si è spesso da soli ad affrontare tutte le difficoltà della vita, insomma un momento lieto e tanto atteso diventa spesso un salto nel vuoto. Se fino ai 18 anni sei tutelato ed  aiutato a crescere, dai 18 in poi, anche a causa dei tagli ai servizi sociali e ad una assenza di politiche di inclusione, spesso te la devi cavare da solo.

La Buona Notizia è che qualcuno ha avuto una brillante idea ed ha messo in piedi una bella iniziativa, Qui infatti entra in gioco l’inventiva ed il lavoro della Coop “Si Può Fare”, che ha creato il Progetto “Gli Orti di Itaca”. qui trovare tutti i dettagli, ma in sintesi la Cooperativa mette a disposizione di alcuni ragazzi neomaggiorenni (per ora due ma si spera di crescere) una casa dove vivere, dei campi da coltivare e dei tutor (dei validi contadini emiliani) per insegnar loro i trucchi del mestiere.

I ragazzi ricevono una casa ed un progetto di lavoro, ma soprattutto sentono attorno a loro una rete di protezione e di affetto, un sostegno nel laborioso percorso di crescita. Mi permetto di aggiungere che oltre al beneficio per i ragazzi, abbiamo un beneficio per il territorio, immagino delle terre abbandonate ed incolte che riprendono vita grazie alle forti braccia di validi neo-agricoltori.

Ancor più valida questa iniziativa in tempi di crisi economica e di forte disoccupazione; Puntare sulla Natura, sul Biologico, sulle Coltivazioni Locali oltre che appassionante può anche essere redditizio.
Se, come spero, questo mio racconto vi ha appassionato, vi chiedo anche di aprire questo link relativo alla Rete del Dono.

Gli Orti di Itaca hanno bisogno del nostro sostegno per crescere ed allargare ad altri ragazzi la loro realtà, e grazie al supporto della Rete del Dono è appunto possibile dare un contributo economico a tale progetto. Spero che i miei lettori non faranno mancare il sostegno a questa valida iniziativa, per questo vi invito a contribuire e dove non possibile, a diffondere il link per le donazioni.

Ulisse dopo un lungo viaggio arrivò finalmente ad Itaca, l’augurio che faccio alla Cooperativa e ad ognuno dei ragazzi (alcuni hanno compiuto viaggi forse più avventurosi di quello di Ulisse) è di trovare il loro percorso di vita, che li condurrà alla loro Itaca.


Mario Scelzo

Nessun commento:

Posta un commento