venerdì 10 aprile 2015

Zanetti and Friends, Match for Expo.

Javier Zanetti è stato un grandissimo Campione, uno di quei giocatori amati non solo dai tifosi della propria squadra, l’Inter, ma apprezzati in tutto il mondo non solo per la classe ma anche per lo stile, il carisma, la professionalità e la lealtà.



Magari la mia Roma, che dai tempi di Cafù e Candela ha problemi sulle fasce, avesse avuto un terzino come lui… ma non è di questo che voglio parlarvi. Da quasi 15 anni Javier, insieme alla moglie Paula, ha creato la Fondazione Pupi, acronimo di “Por un Piberio Integrado” (per una infanzia integrata); La fondazione si occupa appunto di sostenere numerosi progetti legati al mondo dell’infanzia nelle periferie di Buenos Aires ed in altre città argentine: sostegno alimentare, educazione igienica, laboratori di musica e teatro, polisportive, sono solo alcune delle attività sostenute da PUPI.
Da ricordare anche l’impegno interreligioso della Fondazione PUPI,  che nello scorso mese di Settembre ha organizzato, con la benedizione di Papa Francesco, una partita Interreligiosa per la Pace.

Quest’anno la Fondazione decide di scendere in campo a sostegno di Milano e dell’Expo, attraverso lo Zanetti and Friends Match for Expo . Il prossimo 4 Maggio infatti Javier riunirà a San Siro numerosi suoi colleghi (da Baggio a Crespo, da Zamorano a Del Piero a Maldini) per una partita a scopo benefico, e tutto l’incasso sarà devoluto a progetti per l’infanzia da sviluppare nell’area metropolitana di Milano.
Interessante notare il coinvolgimento di Milano. Per chi non lo sapesse, Zanetti è bandiera storica dell’Inter e vive a Milano da più di vent’anni, ma quello che colpisce è che, a causa della crisi, sacche di disagio e povertà sono sempre più presenti in quella che da sempre è stata definita la Capitale Economica del Belpaese.
Ben venga quindi una raccolta di fondi necessaria a sostenere le tante realtà che quotidianamente operano nello scenario milanese per sostenere i diritti dell’infanzia.



«È un'opportunità speciale e solidale che unisce sport e solidarietà attraverso Expo e i temi dell'Esposizione universale - ha detto il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia -. Mi è da subito sembrata un'idea vincente. Finalmente non si parlerà più di
infrastrutture ma di valori fondamentali per il mondo».
Ovviamente è favorevole alla iniziativa anche il Commissario Unico di Expo Giuseppe Sala, che vede in questa partita un momento utile per sensibilizzare
milioni di persone, soprattutto i più giovani, nell'adottare uno stile di vita sano, sostenibile e attento agli altri.

Quindi, cosa state aspettando? Lunedi 4 Maggio, amici milanesi e non, tutti allo stadio per tifare Baggio e Zanetti, ma soprattutto per garantire un futuro migliore  a tanti bambini.


Mario Scelzo.

Nessun commento:

Posta un commento