domenica 25 settembre 2016

Film di Peso

Siamo un Blog che si occupa di Buone Notizie, ma allargando il concetto ci piace dare visibilità sulle nostre pagine ad iniziative o campagne con finalità sociali, siamo felici quindi di aiutare la diffusione di iniziative che riteniamo “positive” come il Cinefestival “Film di Peso”.

Di cosa si tratta? Prima di tutto, concedetemi una battuta, questa campagna pur parlando di sanità ed in qualche modo di prevenzione non è curata dalle brillanti menti che hanno gestito la comunicazione del fertility day, e già questa mi permetto di dire è una Buona Notizia. Veniamo al dunque del concorso.



Nell'ambito delle manifestazioni collegate all’Obesity Day 2016 il Bariatric Center of Excellence – UOC Chirurgia Generale della Sapienza Università di Roma - Polo Pontino in collaborazione con Amici Obesi Onlus ha indetto la Prima Edizione del Cinefestival Film "di peso" (rintracciabile anche sui social network attraverso l’hashtag #filmdipeso).

L'obesità è una malattia causata da molteplici fattori: stile di vita, fattori genetici, ambientali, psicologici ed è la principale causa di morte prevenibile in tutto il mondo. In Italia oltre 5 milioni di persone sono obese, con conseguenti elevati costi sanitari, e il numero è destinato ad aumentare nei prossimi 10 anni! L’obesità mi permetto di dire è una malattia che ci ricorda l’enorme squilibrio economico tra il mondo occidentale, dove si compie lo sforzo di non mangiare troppo, ed il cosiddetto terzo mondo dove ancora in troppi muoiono di fame o non riescono ad alimentarsi in maniera corretta.

La finalità del Cinefestival (che vede il Patrocinio della Provincia, del Comune e della Confindustria di Latina) è quella di sensibilizzare e informare l'opinione pubblica sulle tematiche dell'obesità e delle gravi malattie ad essa correlata. Il concorso è riservato a professionisti e amatori che invieranno un cortometraggio della durata massima di 15 minuti che racconti storie di obesità e del suo percorso di cura. La partecipazione al concorso è gratuita. In questo modo viene data la possibilità a registi emergenti di mettersi alla prova confrontandosi con un tema delicato e complesso, chissà se da questo concorso uscirà fuori un nuovo Nanni Moretti, Ferzan Ozpetek o Gabriele Mainetti.




Il cortometraggio, editato secondo le regole previste dal bando (http://www.filmdipeso.it/ ), dovrà essere originale e raccontare una storia di "obesità" in tutte le sue sfaccettature (sociali, psicologiche, relazionali, fisiche, accesso alle cure).

Una giuria qualificata, composta da registi, attori, giornalisti, operatori sanitari esperti del settore, selezionerà i 10 migliori cortometraggi che saranno presentati e proiettati il 12/11/2016 in occasione della manifestazione che si svolgerà presso l’auditorium del Polo Integrato Sapienza Università di Roma-Icot a Latina, e che comprenderà altresì una sessione di “medicina narrativa” sul tema della patologia dell’obesità e dei suoi percorsi di cura. Tra i finalisti sarà scelto il vincitore della sezione amatori e professionisti che riceverà un premio di 1.000 euro.

Per saperne di più è possibile visitare il sito www.filmdipeso.it o la pagina Facebook Filmdipeso. Affrettatevi perché la scadenza per partecipare al Concordo è il 15 Ottobre 2016.

Auguriamo a questa iniziativa il successo che merita, augurandoci che possa dare un importante contributo nel diffondere buone pratiche per contrastare l’obesità, malattia forse da molti sottovalutata che però ha (scusate il gioco di parole) enorme peso sia sulla vita personale e psicologica delle persone, sia sui costi della sanità nazionale.


Mario Scelzo

Nessun commento:

Posta un commento